Fiorentini si Cresce

Viaggio nel tutto



Margherita Pink ci parla di un libro e di un autore piuttosto fuori dal comune. Un viaggio nella vita, nell'uomo, nel passato e nel futuro.

Un giorno buono a voi, e buon mese di gennaio all'insegna della condivisione. Oggi vi consiglio la lettura del libro"VIAGGIO NEL TUTTO" di Umberto di Grazia edito da Youcanprint.

Mi accingo a suggerirvi questa lettura con un misto di timore e riverenza, perché sento che l'autore è un uomo che ha sofferto per la sua sensibilità, per la sua capacità di vedere oltre... ma allo stesso tempo è un uomo forte e limpido, che non ha pudori e timori a raccontarsi a lasciare una traccia di ciò che gli è capitato.
Viaggio nel tutto perché si parla di fenomeni particolari e in qualche modo scomodi, come la bilocazione, la telepatia, psicofonia, fenomeni di sdoppiamento, esperienze di guarigione, il sogno, la morte, la gente del futuro e del passato, gli oggetti volanti non identificati... si argomenta dell'uomo e del suo essere nel TUTTO, da moltissimi punti di vista. Il tutto senza presunzione, senza ergersi a guru, ma semplicemente per la necessità di far conoscere e far sapere.
Umberto è come un ricercatore senza sosta, scava dentro e fuori di sè, prende nota, studia, si documenta, cerca, domanda, si sorprende per primo di tutto quello che è arrivato nella sua vita e che in qualche modo ne va formando un puzzle dagli incastri ancora in divenire.

Molti sono gli spunti interessanti e che se vogliamo singolarmente possiamo andare ad approfondire. Da pagina 93:
"Oggi, quindi diventa più che mai urgente che l'uomo sappia, comprenda e sia motivato a reagire al Dio della distruzione che alberga in ciascuno di noi. Con il minimo sforzo si può sfuggire questo pericolo. E' sufficiente ogni giorno per pochi minuti, far l'abitudine a sentirsi una forma unica e compatta. Un sistema ad esempio, è quello di visualizzare mentalmente varie componenti del corpo fisico e racchiudersi in un'immaginaria forma ovale. ......
Ci sono momenti in cui accresciamo le nostre energie, questo avviene anche quando entriamo in contatto con i nostri simili. Produciamo energia che non riconosciamo, perché nessuno ce l'ha insegnato, nonostante che tutte le tradizioni rituali ne abbiano parlato. Il rito eucaristico, per esempio, per quanto oggi sia andato smarrito il vero significato, risponde a questo stesso concetto."


Interessantissimo il capitolo dedicato al bioritmo del corpo umano, dove vengono riportati alcuni frammenti degli studi del Professor Giorgio Piccardi che afferma che il corpo umano non può essere visto staccato dagli eventi cosmici.
Da pagina 143:
"Ciascuno di noi, nel corso della propria vita ha potuto constare come vi siano dei giorni in cui tutto viene affrontato in maniera brillante, con energia fisica ed intellettuale superiore alla normale media, mentre altri giorni sembra più faticoso svolgere anche le usuali occupazioni. Questo fenomeno, comune a tutti, ha una spiegazione semplice e logica: al momento della nascita ogni essere viene inserito nella vasta molteplicità dei ritmi della natura (l'alternarsi del giorno e della notte, delle stagioni, delle maree ecc). Inoltre, staccato dal corpo materno, da inizio ai propri ritmi (espirazione ed inspirazione, sonno e veglia ecc); l'osservazione conseguente è che nell'universo non vi è nulla che abbia un andamento assolutamente lineare, ma tutto nasce, si sviluppa e muore secondo curve costanti di alti e bassi. Pertanto anche l'energia individuale, sotto gli aspetti fisico, psichico ed intellettuale, procede secondo tali curve costanti la cui ampiezza era già nota sino dall'antichità..."

Vi suggerisco la visione di un breve video per incominciare a conoscere Umnerto , dura circa 8 minuti: https://www.youtube.com/watch?v=ahxGrIxE7iI
oppure un altro video di 17 minuti: https://www.youtube.com/watch?v=2NosuYZPlZc


Buona ricerca!
Margherita Pink



 
 
 
 
 
twitter

Newsletter

(c) 2020 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa K. Staderini