Fiorentini si Cresce

Intelligenza divergente



Ricompensare le risposte giuste, rende i bambini riluttanti ad azzardare soluzioni nuove e creative. Di Margherita Pink

Spesso per le riflessioni che condivido con voi, prendo spunti da mie esperienze del passato. Mi sono ricordata di un argomento che avevamo discusso durante una serata tra amiche. Qualcuno aveva letto dell'intellingenza divergente ovvero quella che esce dagli schemi e che non si omologa.

Un amico ci fece presente che questa forma di intelligenza, appunto divergente, è quella che fa evolvere l'essere umano. Per dirla con le parole di Frank Zappa: "Solo con la deviazione dalla norma si ha evoluzione", purtroppo le scuole e tutto il sistema ci fa stare nei binari della intelligenza convergente ovvero: "Il pensiero convergente segue un percorso logico di tipo lineare e consequenziale ed è ottimo per tutti quei ragionamenti procedurali mediante i quali attuiamo strategie di soluzione note e consolidate per affrontare criticità che già conosciamo. Il pensiero divergente invece entra in campo quando ci troviamo davanti ad un nuovo problema da risolvere, per il quale le procedure solitamente utilizzate non funzionano: bisogna inventare una soluzione nuova, che consideri il problema da diversi punti di vista, ecco che allora ci viene in soccorso il pensiero divergente che fa appello alle facoltà creative della nostra mente aiutandoci a considerare nuovi punti di vista. Non per niente queste due modalità di pensiero fanno riferimento ai due diversi emisferi del nostro cervello: il pensiero convergente, logico-razionale di tipo lineare, è quello coordinato dall’emisfero sinistro, mentre il pensiero divergente è orchestrato dall’emisfero destro sede della creatività, delle libere associazioni e del ragionamento per immagini."
Il filosofo Theodor Adorno diceva: "laddove viene utilizzata solo intelligenza convergente si ha un uomo omologato!"

Ho trovato un link molto interessante a questo proposito: https://www.amso.it/h/pensierodivergente.htm

Ecco che allora un'altra amica ci ha parlato degli ipercubi di Charles Howard Hinton (vedi immagine) filosofo della quarta dimensione, che hanno ad esempio espanso il lavoro di Jorge Francisco Isidoro Luis Borges Acevedo, famoso per i suoi racconti fantastici. Questo è un esempio di come un uomo possa ispirare un altro! Divergendo appunto!

Eccezionale questa massima: "Se vuoi conoscere i tuoi pensieri di ieri, osserva il tuo corpo oggi. Se vuoi sapere come sarai domani, osserva i tuoi pensieri oggi"

E del tempo? Cosa diceva Enstein? In una lettera del 1955 scritta ad un collega... "Per noi uomini che studiano fisica, il tempo è una persistente illusione"...,quindi passato, presente, futuro servono solo per orientarci nel moto! e il tempo lineare è proprio una illusione della quale cercare di disfarsi.
Una lettura consigliata per tutti sopratutto per i nostri ragazzi "FLATLANDIA, di Edwin A. Abbott", racconto fantastico a più dimensioni, ho trovato un link da scaricare : http://www.ergazzori.it/files/edwin_a_abbott_-_flatlandia.pdf

Altra frase meravigliosa: "il presente è gravido di tutti i futuri", un pò come il seme della ghianda, che in sè ha racchiuso la quercia che sarà! C'è tutto quel potenziale in quella piccola minuscola ghianda, e ovviamente altri fattori contribuiranno alla sua crescita (terreno, luce, acqua, ecc)... e quindi domandiamoci dove sto seminando il mio futuro? e con che cosa lo sto nutrendo?

MARGHERITA PINK



 
 
 
 
 
twitter

Newsletter

(c) 2020 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa K. Staderini