Fiorentini si Cresce

Riflessioni sulla dualità



Bianco e nero, bello e brutto, sano e malato, felice e triste, etc. Per vivere e evolvere serve davvero tutto e il contrario di tutto! Di Margherita Pink

In questi giorni stavo riflettendo su come sia necessaria in questo nostro mondo la dualità, bianco e nero, bello e brutto, sano e malato, felice e triste, etc. Serve davvero tutto e il contrario di tutto per evolvere in questo paradiso terrestre che è la palestra Terra. Siamo qui proprio per sperimentare ed allenarsi a varie esperienze, come dei ginnasti, scegliamo lo sport che più ci si addice, chi la corsa, chi i pesi, chi il tennis...una metafora per dire che ognuno ha i suoi bonus e i suoi malus, ma che se si entra nell'idea che siamo nel gioco/sport della vita, tutto, anche gli opposti sono fondamentali.
 
Mi è venuto in aiuto, non a caso, un libro che mi ha suggerito una mia amica e si intitola "Milioni di farfalle" di Eben Alexander edito da Mondadori, e che a pagina 88, mi ha dato conferma delle riflessioni che stavo facendo tra me e me.
"Vedevo la Terra come un puntino azzurro nell'immensa oscurità dello spazio fisico. Capivo che era un posto in cui bene e male si mescolavano, e che questa era una delle sue caratteristiche uniche. Perfino sulla Terra c'è molto più bene che male, ma qui il male può prevalere in una misura assolutamente impossibile a livelli di esistenza superiori. Il Creatore sapeva e permetteva che il male ogni tanto prendesse il sopravvento come conseguenza necessaria per averci fatto il dono del libero arbitrio.
Piccole particelle di male erano disseminate per tutto l'universo, ma nell'insieme erano come un granello di sabbia su un'ampia spiagia, se paragonate alla bontà, all'abbondanza, alla speranza e all'amore incondizionato in cui l'universo era letteralmente immerso. La struttura dell'altra dimensione è fatta di amore e accettazione, e qualunque cosa non abbia queste qualità, naturalmente appare subito fuori posto."
 
Poi un amico prezioso, (Umberto Di Grazia) in merito ad un mio sogno del quale gli chiedevo una interpretazione, mi ha scritto: "...certamente il male e bene fanno parte di una energia unica... per questo dobbiamo vedere le nostre zone d'ombra...per contenerle..."
Ed, a questo proposito mi ha fatto dono di un prezioso piccolo testo in pdf, che mi ha aiutato ad andare oltre il dualismo! Ecco ciò che racconta Padre Ernesto Balducci, in una piccola estrapolazione. (vi giro anche il link del libro da scaricare e magari da leggere questa estate).
 
a.
XII, a – Opposti
Nell’essenza della Realtà, gli opposti sono concettualmente indistinguibili, ossia, non più caratterizzati da ciò che in essi appare (in quanto, in tal senso, sono in antitesi), bensì unificati dalla funzione che hanno e che è finalizzata alla evoluzione, attraverso il riequilibrio degli squilibri. Niente di quello che esiste, dal dolore alla gioia, dall’odio all’amore, da qualsiasi cosa al suo contrario, è cattivo o ingiusto, poiché tutto esiste per aiutare l’individuo nella sua graduale evoluzione.
Le etichette “giusto” o “ingiusto” sono soltanto attribuzioni di comodo dell’individuo, per scaricare all’esterno quelle responsabilità interiori che esclusivamente a lui possono appartenere.
 
 
BUONA ESTATE! Buona ginnastica nella palestra della vita, e buona riflessione!
Margherita Pink


Newsletter

(c) 2018 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini