Fiorentini si Cresce

Non è come sembra



Ogni evento è importante, anche quelli apparentemente terribili. Perché... Le cose non sono sempre ciò che sembrano. Di Margherita Pink

La riflessione di oggi ve la propongo dopo aver dato lettura di un racconto dal titolo "LE COSE NON SEMPRE SONO CIO’ CHE SEMBRANO", credo infatti che dietro un evento tragico o triste, sul quale ci interroghiamo ripetutamente, vi sia nascosto un significato profondo e importante.
Perché è accaduto a me? vi è mai capitato di domandarvelo?
Spesso il tempo, cioè la distanza dall'evento, ci aiuta a comprendere o ad avvicinarsi al perché di una determinata situazione. Penso a chi si trova coinvolto in malattie strane, morti apparentemente insensate, ma che dopo un primo -magari lungo- momento di sconforto, rabbia e disperazione, ha avuto come reazione il desiderio di combattere queste situazioni e ha messo tutte le proprie energie per superare questi eventi. Questo ha dato lo spunto per creare delle fondazioni, associazioni per aiutare e sostenere le persone nelle stesse condizioni.
Ad ogni modo, non è detto che una cosa terribile che ci sia accaduta, non ci abbia preservato da qualcosa di peggio. Chi lo può sapere?

*****
Due angeli viaggiatori si fermarono per la notte nella casa di una famiglia molto facoltosa. La famiglia era rude e non consentì loro di fermarsi nella stanza degli ospiti della villa. Invece venne dato loro un piccolo spazio nella cantina fredda della casa. Mentre sistemavano i letti sul pavimento, l’Angelo più anziano vide una fessura nel muro e la sistemò. Quando l’Angelo più giovane chiese il perché, quello più anziano rispose, "Le Cose non sempre sono ciò che sembrano”.

La notte successiva, gli angeli andarono a riposare nella casa di una coppia molto povera, ma l’uomo e sua moglie erano molto ospitali. Dopo aver condiviso il poco cibo che la famiglia possedeva, la coppia permise agli Angeli di dormire nel loro letto dove avrebbero potuto avere una buona notte di riposo. Quando si svegliarono il giorno successivo, gli Angeli trovarono in lacrime il signore e sua moglie. L’unica mucca che possedevano, il cui latte era la loro unica entrata di soldi, giaceva morta nel campo.
L’Angelo più giovane era furibondo e chiese all’Angelo più anziano, “come hai potuto permettere che accedesse? Il primo uomo aveva tutto e tu l’hai aiutato; la seconda famiglia aveva poche cose, ma era disposta a condividerle, e tu hai permesso che la loro mucca morisse”.

"Le Cose non sempre sono ciò che sembrano” ripose l’Angelo più anziano. "Quando eravamo nella cantina di quella villa, ho notato che c’era dell’oro nascosto in quel buco del muro. Dato che il proprietario era ossessionato dai soldi, ho chiuso il buco così da non permettere più loro di trovare l’oro."
"Questa notte, mentre dormivamo nel letto della famiglia povera, l’angelo della morte venne in cerca della moglie del contadino e io gli ho dato la mucca. Le Cose non sempre sono ciò che sembrano”.

A volte è esattamente questo ciò che accade quando le cose non sono come le volevamo.

Margherita Pink





Inserisci un commento Caratteri rimasti:
Nome
EMail
Permetti la pubblicazione del tuo indirizzo email
Letto e Compreso Privacy

Newsletter

(c) 2018 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini