Fiorentini si Cresce

La riprogrammazione della mente. 3 parte



Continuiamo il viaggio intrapreso nella condivisione dei passi indispensabili per trovare un nuovo modo di affrontare la vita. Rimettersi in discussione, è qualcosa che sembra facile, ma non lo è, come pure assumersi la completa responsabilità di quello che ci accade. Di Margherita Pink

Due mosse non di poco conto...ma fondamentali per ricominciare a riappropiarsi della propria esistenza. Andiamo avanti con il percorso di riflessione avviato da due settimane.

6. Rimessa in discussione
Quando niente della realtà esterna sembra più in grado di farci stare bene e di far veramente respirare la nostra Anima , ecco che è il momento di attuare una profonda rimessa in discussione del nostro sistema di credenze. E’ un cambiamento importante, una vera e propria “Morte e Rinascita”, e come tale spaventa, ma...“Per raggiungere un luogo dove non siamo mai stati bisogna camminare su una strada che non abbiamo mai percorso” . Non tutti sono capaci di attuare un cambiamento autentico e molti si fermano già a questo punto per poi ripercorrere i sentieri di sempre. Come afferma Bert Hellinger: “E’ più facile soffrire piuttosto che trovare una soluzione!” Spesso è necessario farsi aiutare da un terapista per evitare di cadere nei soliti schemi.

7. Assunzione di completa responsabilità

Ed eccoci al tasto veramente dolente: abbiamo finalmente compreso che solo noi siamo responsabili della nostra vita e adesso dobbiamo uscire dal ruolo di vittime per assumere il ruolo dell’adulto maturo e consapevole. Accettazione e Perdono sono gli strumenti privilegiati per uscire dai ruoli vittimistici, sebbene applicarli possa non essere semplice e richieda certamente del tempo. E’ importante a questo punto identificare i nostri schemi negativi, poiché sono loro che ci hanno portato a non essere soddisfatti di noi stessi o di ciò che facciamo ed è su di loro che bisogna lavorare. Ma come si può osservare il nostro sistema di credenze, se abbiamo detto all’inizio che è nascosto e “sotterraneo”? E’ più semplice di quanto si creda, basta infatti vedere quali sono i settori della vita in cui non siamo soddisfatti e quali eventi accadono in maniera ricorrente.
Incappo sempre nel ragazzo/a sbagliato/a? Allora ho una “dichiarazione limitante” collegata alle relazioni e all’altro sesso. Non ho mai abbastanza soldi? Allora ho una o più credenze limitanti sull’abbondanza e sul denaro. Mi vanno tutte storte? Allora ho un pensiero “castrante” su ciò che mi merito dall’esistenza, e così via...

8. Riprogrammazione del sistema di credenze
Per creare un nuovo sistema di credenze bisogna, con pazienza, “fecondare” con nuove convinzioni il piano mentale causale (cioè il livello mentale che causa gli eventi materiali). Per riuscirci correttamente bisogna sia lavorare sulla pulizia delle memorie emozionali negative, sia instillare nuovi pensieri. Per il primo punto sono molto efficaci tutte le tecniche di defusione emozionali (EFT, Healing Code, Ho'oponopono, Respirazione Circolare, ecc.), per il secondo punto vedremo tra breve le pratiche più efficaci (Affermazioni Positive, Visualizzazioni Creative, Immedesimazione, Emozionale, Azioni Finalizzate , ecc.).

9. Verifica dell’efficacia del lavoro interiore
Giorno per giorno, settimana per settimana, mese dopo mese, i nuovi schemi cominciano a produrre i loro risultati all’esteriore , questo permette di dare fiducia al processo di riprogrammazione, verificando i progressi e facendo anche eventuali correzioni di rotta. Così come il copione dell’infanzia veniva rafforzato ogni volta che la realtà esteriore si confaceva alle nostre aspettative negative, adesso la realtà si plasma positivamente sulla base delle credenze positive alimentate da una corretta riprogrammazione!
10.Equilibrio psichico e guarigione
Terminata una intera fase di lavoro su noi stessi otteniamo: maggior equilibrio psichico, armonia e fiducia interiore e spesso anche guarigione a livello fisico! (continua la prossima settimana!)

UN VIDEO PROPOSITIVO, da titolo CAMBIARE MENTALITA', di Alberto Lori che dura circa 7 minuti: https://www.youtube.com/watch?v=9mjhCYPtk4Y




Newsletter

(c) 2018 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini