Fiorentini si Cresce

Il demonio nel XXI secolo



Gli orrori che avvengono nel mondo, sono fonte di un supposto diavolo o derivano piuttosto da scelte, pensieri ed emozioni negativi degli esseri umani? Questa settimana riflette con noi la nostra Margherita Pink

Questo fine settimana, sono incappata nel notiziario della mia Parrocchia, che adesso, con l'evoluzione dei social arriva anche via mail. L'ho aperto con attenzione per vedere il riassunto delle attività locali, ma vengo subito distratta da un trafiletto che attrae fortemente la mia attenzione e che titolava: "PREGATE CON  IL ROSARIO PER LA CHIESA ATTACCATA DAL DEMONIO".
Lo rileggo per essere sicura, ma il titolo è proprio quello.

Poche le righe che seguono, leggo continuando a rimanere incredula. Ecco cosa c'è  scritto: "Papa Francesco ha deciso di invitare tutti i fedeli, di tutto il mondo, a pregare il Santo Rosario ogni giorno, durante l’intero mese mariano di ottobre; e a unirsi così in comunione e in penitenza, come popolo di Dio, nel chiedere alla Santa Madre di Dio e a San Michele Arcangelo di proteggere la Chiesa dal diavolo, che sempre mira a dividerci da Dio e tra di noi."

Decido di approfondire, ed effettivamente trovo la notizia dentro il sito del VATICANO: https://www.vaticannews.va/it/papa/news/2018-10/papa-francesco-rosario-ottobre-proteggere-chiesa-contro-diavolo.html.
Sono sempre più incredula!
Va bene che il Papa chieda ai fedeli preghiere per se stesso, ma che chieda supporto per il SISTEMA CHIESA, perchè attaccata dal "demonio", proprio mi fa venire l'orticaria.

Mi sembra che il meccanismo contorto in cui si è infilata (e per secoli nascosta) la struttura ecclesiastica stia davvero per crollare. Vorrei dire molto, ma mi taccio, e tengo i miei pensieri per me, ma una cosa su tutte la voglio dire: il bene e il male sono parte di questo mondo, e sono dentro ognuno di noi, e siamo noi stessi a crearli con i nostri pensieri e le nostre azioni (oltre che con le emozioni), e non è certo un fantomatico esterno, definito demonio, ad esserne la causa.
Sarebbe come dire nell'epoca in cui siamo che la guerra viene causa dai demoni del male! Tutte le orrendezze di questo mondo sono causate da noi uomini e donne che utilizzano in maniera distorta il libero arbitrio, ovvero la decisione di prendere una strada o l'altra, avere un comportamento o un altro, un pensiero costruttivo o distruttivo...e via dicendo!

La chiesa è composta da uomini, che anche se hanno scelto una strada, possono sentirsi a volte sopraffatti, e cedere ad alcune situazioni, che secondo il credo non andrebbero vissute, e quindi sono loro stessi a scegliere, non il diavolo o chissà quale demone a tentarli! E perché dovremmo pregare noi dall'esterno per questa situazione? Troppo comodo addossare ad altri i proprio errori.
Ho paura che se si tira in campo il demonio, tra qualche tempo ritorni fuori la caccia alle streghe, quindi per favore, preghiamo per l'umanità, nella sua interezza (non solo per una casta/fetta). Che ritrovi la splendida luce da cui discende e della quale è composta, pur riconoscendo i momenti bui e di ombra che sono dentro di noi.
Quindi credo che si debba tornare indietro e fare dei piccoli passi, piccole ammissioni, per poi dire la verità.
A questo proposito ho trovato una meraviglia, il concetto di un passo alla volta.

Ce lo ha regalato Antoine de Saint-Exupéry, autore del famosissimo 'Piccolo principe' che è anche l'autore di una toccante preghiera. Questa è un'invocazione al Signore in cui Antoine lo prega di renderlo più riflessivo e di fare le giuste scelte, sottolineando proprio come i piccoli passi, giorno dopo giorno, passo dopo passo, lo aiuteranno a far fronte al presente, a quello che ogni giorno deve affrontare.

Non ti chiedo né miracoli né visioni
ma solo la forza necessaria per questo giorno!
Rendimi attento e inventivo per scegliere
al momento giusto
le conoscenze ed esperienze
che mi toccano particolarmente.
Rendi più consapevoli le mie scelte
nell’uso del mio tempo.
Donami di capire ciò che è essenziale
e ciò che è soltanto secondario.
Io ti chiedo la forza, l’autocontrollo e la misura:
che non mi lasci, semplicemente,
portare dalla vita
ma organizzi con sapienza
lo svolgimento della giornata.
Aiutami a far fronte,
il meglio possibile,
all’immediato
e a riconoscere l’ora presente
come la più importante.
Dammi di riconoscere
con lucidità
che le difficoltà e i fallimenti
che accompagnano la vita
sono occasione di crescita e maturazione.
Fa’ di me un uomo capace di raggiungere
coloro che hanno perso la speranza.
E dammi non quello che io desidero
ma solo ciò di cui ho davvero bisogno.
Signore, insegnami l’arte dei piccoli passi.

Margherita Pink


Inserisci un commento Caratteri rimasti:
Nome
EMail
Permetti la pubblicazione del tuo indirizzo email
Letto e Compreso Privacy

Newsletter

(c) 2018 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini