Home - Tempo Libero - Misteri e leggende

Il ceppo fiorentino

Da dove arriva il Presepe e Babbo Natale? Udite udite... Rachel ci svela che l'albero decorato è proprio una tradizione nata nelle campagna toscana
Quando arriva il periodo di Natale tutti noi, grandi e piccini, pensiamo ai simboli che lo rappresentano: il Presepe, Babbo Natale e l’albero tutto decorato.

Il Presepe fu creato agli inizi del XIII secolo da San Francesco. Tornando dalla Terra Santa, il Santo Patrono d’Italia pensò che tutte le famiglie potessero rievocare, soprattutto i più poveri, la Sacra Famiglia e il sereno evento della nascita di Gesù Cristo con statuine lignee o di coccio. Altra antica tradizione (tutta italiana) è ricordare a Natale la figura di San Nicola, in altre parole Babbo Natale. Il Vescovo ortodosso di Myra è celebre per il suo attributo: le famose tre palle dorate che furono donate a tre fanciulle da maritare. Senza questa preziosa dote, avrebbero rischiato di intraprendere una brutta strada.
La generosità di San Nicola e la geniale invenzione di San Francesco avevano anche un altro scopo: volevano distinguersi dalle celebrazioni pagane, legate al culto del sole del 25 dicembre, con le nuove tradizioni cristiane.
E l’albero di Natale? Nel medioevo in Toscana, come in altre regioni italiane, iniziò una tradizione contadina quasi per caso. Nei giorni vicini al periodo natalizio si accatastavano tantissime pigne vicino al focolare (o al camino), la mamma e i suoi numerosi figli formavano una sorta di piramide, che per i giorni di festa, era decorata con fiocchetti di semplice spago e pezzetti di carta colorati, per i fiorentini fu chiamato: “I’ceppo”.
A questa curiosa tradizione popolana, inoltre, si deve ricordare una assai più antica. Fin dall’antichità, infatti, era usanza donare un ceppo da ardere nel camino nella notte della vigilia di Natale. Quando il camino mostrava una fiamma viva, il capofamiglia prendeva una paletta e batteva forte sui tizzoni ardenti, quest’azione sprigionava migliaia di splendide faville, donando tanta gioia ai bambini. Il “Ceppo”, quindi, era un dono immancabile e divenne un simbolico regalo che riscaldava i cuori dei più piccoli.

Felice e Luminoso Natale a tutti i Bambini di Fiorentini si cresce, con serenità e affetto.
Rachel
Inserisci un commento Caratteri rimasti:
Nome
EMail
Permetti la pubblicazione del tuo indirizzo email
Letto e Compreso Privacy
 
 
 
 
 
 
Gli eventi per famiglie
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini