Home - Spazio Salute - Oramamma

Sesso in gravidanza

Quali sono le credenze sbagliate sul sesso in gravidanza? Un viaggio attraverso i tre trimestri: come cambiano i desideri nella coppia. In questo nuovo articolo Oramamma sfata i timori riguardo alla possibilità di danneggiare il feto durante i rapporti sessuali
Dove
Quando
  
Ingresso
Contatti
Tel:
Fax:
 
 
Consigliato a
Esistono ancora alcune credenze erronee relative al sesso e al piacere sessuale nelle donne in gravidanza. Ma ad oggi, sebbene in alcuni casi il pregiudizio e i timori prevalgano, grazie ai molti studi scientifici effettuati e ad una maggiore divulgazione di corrette informazioni, si può finalmente parlare di sesso in gravidanza non più come un tabù, ma come un ingrediente inscindibile della vita della donna, sia essa incinta oppure no.A tal proposito l'Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che la sessualità è “parte integrante della personalità di ogni essere umano ed il pieno sviluppo della sessualità è essenziale per l'individuo, interpersonale, e il benessere sociale.”

La gravidanza in sé non è un ostacolo alla sessualità, sarà infatti il proprio medico a sconsigliare i rapporti sessuali laddove sussistano problematiche specifiche legate alla gravidanza. È necessario considerare che nell’arco dei nove mesi, dalla scoperta della gravidanza fino al parto, le dinamiche di coppia mutano naturalmente, si adattano alla nuova situazione con tutte le emozioni che ne scaturiscono, dalla gioia alla preoccupazione, dall’eccitazione al timore. Talvolta accade però che dinamiche legate perlopiù a preoccupazioni possano interrompere del tutto la comunicazione, prima sessuale, e talvolta anche in senso più generale.
Alle condizioni fisiologiche possono infatti affiancarsi paure, specialmente nei padri, rispetto al fatto che avere rapporti sessuali sia sempre rischioso per il feto, al punto da poter causare emorragie, infezioni e insorgenza di parto pretermine. Tutto ciò spinge alcune donne e i loro partners ad evitare i rapporti sessuali in questo particolare momento di vita.

I cambiamenti ormonali del primo trimestre in gravidanza, come l’aumento dei livelli di estrogeni, progesterone e prolattina, possono causare nausea, vomito, tensione mammaria, aumento di peso, ansia e stanchezza, ovvero tutte quelle condizioni che possono essere responsabili di una riduzione dell'eccitazione e del desiderio sessuale, anche se ricordiamo che non sempre è così!
Nel secondo trimestre, solitamente, cessano tali disturbi e il desiderio sessuale cresce in modo rilevante, tanto che in alcuni casi la donna può raggiungere orgasmi più intensi.
Durante il terzo trimestre non sussistono particolari controindicazioni se non gli accorgimenti legati alle posizioni del rapporto sessuale: la coppia dovrà infatti necessariamente considerare il volume crescente della pancia, sia per la comodità della donna, sia perché è sempre preferibile non esercitarvi pressioni.
Il rapporto sessuale prepara la muscolatura pelvica al parto e, in più, alcuni studi sostengono che la penetrazione possa avere effetti benefici sul collo dell’utero, morfologicamente robusto e impermeabile agli spermatozoi.

Oltre a questo è giusto ricordare che il feto è preservato all’interno del sacco amniotico e isolato da un tappo mucoso e che quindi per l’organo maschile è impossibile entrarvi in contatto diretto durante il coito.

Possiamo dunque affermare che non solo non esistono particolari controindicazioni al sesso in gravidanza, ma anche che la coppia potrebbe addirittura scoprire che i rapporti sessuali sono divenuti più soddisfacenti di prima!
Nel caso non fosse così, per la coppia è comunque consigliabile lasciare spazio all’intimità nelle forme che più la soddisfano, ad esempio con baci e carezze, in modo che possa mantenersi alto un buon livello di comunicazione corporea: questo certamente sarà di aiuto ad una soddisfacente ripresa della sessualità in seguito al parto. Una buona armonia nella coppia creerà tra l’altro un clima positivo anche per l’arrivo del nascituro, e per questa impegnativa avventura che è la genitorialità.

www.oramamma.com 
info@oramamma.com
tel:370 30 34 039
Gli incontri si tengono presso i locali de Le Curandaie, via Domenico Cirillo 2L, Firenze.

Inserisci un commento Caratteri rimasti:
Nome
EMail
Permetti la pubblicazione del tuo indirizzo email
Letto e Compreso Privacy
 
 
 
 
 
 
Gli eventi per famiglie
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini