Home - Spazio Salute - L'alternativa... olistica

Le nuove generazioni dell'Umanità

Anche se all’inizio venne tacciato come folle, oggi tutti sappiamo che Charles Darwin diceva il vero sostenendo la continua evoluzione dell’umanità. Ma quando questa teoria viene proposta da correnti meno scientifiche siamo restii anche solo a prenderla in considerazione. È giusto che la nostra mente critica non accetti tutto come verità assoluta, soprattutto quando è difficile dimostrarla, ma chiuderci completamente alle ipotesi diventa limitante. Così proveremo a raccontare come, secondo tali correnti, l’umanità stia evolvendo grazie alle ultime generazioni rappresentate da bambini speciali: gli indaco, i cristallo e gli arcobaleno.
Dove
Quando
  
Ingresso
Contatti
Tel:
Fax:
 
 
Consigliato a
I primi sarebbero venuti al mondo tra gli anni ’70 del novecento e gli anni 2000. Vennero introdotti in letteratura per la prima volta nel 1982 dalla dottoressa parapsicologa americana Nancy Anne Tappe che li chiamò così dal colore della loro aura, indaco appunto.
Sono un mélange divertente di giovinezza capricciosa e di saggezza millenaria” scriverà successivamente la giornalista e scrittrice fiorentina di nascita Paola Giovetti, in molti dei suoi saggi.
Fra i più noti seguaci di questa teoria evoluzionistica spicca la dottoressa psicologa e scrittrice di successo americana Doreen Virtue che scrive: “Gli Indaco hanno uno spirito guerriero, poiché il loro proposito collettivo è di spazzare via tutti i vecchi sistemi che non ci servono più. Essi sono qui per sovvertire i sistemi legali, educativi e governativi che mancano d’integrità. Per adempiere a questo fine, hanno bisogno di un carattere forte e di una fiera determinazione. Gli adulti che resistono al cambiamento e che danno importanza al conformismo possono fraintendere gli Indaco. Essi vengono spesso etichettati con diagnosi psichiatriche di Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività. Purtroppo, se curati in tal senso, spesso gli Indaco perdono la loro meravigliosa sensibilità, i doni spirituali e l’energia combattiva.”
 
A partire dal 2000 sarebbero nati i bambini cristallo, più evoluti e più centrati nel chakra del cuore rispetto ai precedenti. Essendo più aperti nel cuore sarebbero di gran lunga più facilitati ad accedere a livelli molto alti di consapevolezza. Il loro compito sarebbe quello di portarci a vivere secondo l’amore e non più solo secondo la razionalità della mente. Questi giovani umani sarebbero spinti dall’amore per la natura e per il prossimo. Dunque non più guerrieri come gli indaco ma portatori d’armonia. Dei piccoli saggi che risvegliano la coscienza e il messaggio divino, trascendendo da qualunque religione se non quella dell’Amore.
 
Mentre gli indaco sarebbero stati spesso considerati bambini iperattivi con disturbi dell’attenzione, tra i cristallo di indole nettamente più pacifica si riconoscerebbero molti bimbi definiti autistici, con spiccate doti extrasensoriali. Secondo le statistiche questi bambini riportano delle difficoltà a parlare prima dei 3 o 4 anni di vita. In parapsicologia questo ritardo viene spiegato dal fatto che avendo doti telepatiche e intuitive, questi piccoli non trovano necessario l’uso del linguaggio fino all’età in cui si rendono conto che gli altri non posseggono le loro stesse qualità per comunicare e quindi poi si adattano.

Gli ultimi arrivati sarebbero infine i così detti bambini Arcobaleno. Come ricorda il nome, avrebbero pari potenza e capacità lungo tutto l’iride dei chakra (i sette colori dell’arcobaleno) senza farne prevalere nessuno. Porterebbero dentro l’equilibrio dell’energia maschile degli indaco e dell’energia femminile dei cristallo. Sembra che siano interessati più a dare che a ricevere, che siano meno vulnerabili dei cristallo ma comunque fin troppo sensibili alla negatività dell’uomo, e che la loro missione sia di mostrarci che tutti abbiamo il potenziale per evolvere nell’amore.
 
Nella storia dell'umanità il compito genitoriale non è mai stato facile. Figurarsi adesso, se si ha davvero a che fare con dei bambini così particolari. Come fare a capire qual è il giusto modo per poter guidare e crescere queste nuove generazioni tanto evolute rispetto ai propri genitori?
Credo che non ci rimanga che provare a imparare dalle nostre creature aprendo il cuore e... le risposte arriveranno. Per creare un meritato mondo migliore.

Elisa Staderini

Inserisci un commento Caratteri rimasti:
Nome
EMail
Permetti la pubblicazione del tuo indirizzo email
Letto e Compreso Privacy
 
 
 
 
 
 
Gli eventi per famiglie
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini