Fiorentini si Cresce

Grazie... all'acqua


Siamo talmente abituati ad avere l'acqua a nostra disposizione che nessuno si ferma a pensare a questo flusso come a un dono. Riceverla dal cielo, incanalarla negli impianti e averla nelle nostre case non è poi così scontato: non tutti possono godere di questo meraviglioso regalo. E quando ne veniamo privati, anche solo per poco tempo, ecco che la sua importanza viene riscoperta. Di Elisa S.
Dove
Quando
  
Ingresso
Contatti
Tel:
Fax:
Consigliato a

Oggi lo so bene, visto che ci siamo svegliati senza neanche una goccia in casa: tubi congelati dal freddo intenso di questo periodo. 
Dopo che l'idraulico mi ha detto che l'unica cosa da fare è attendere che si scaldino, ho saputo solo vedere la difficoltà.
In effetti avevo appena tolto il pigiama per entrare in doccia quando mi sono accorta che non arrivava, ma concentrarmi sulla mancanza dell'acqua ha generato solo rabbia e frustrazione. Poi ho iniziato a pensare a questa incredibile forza della natura... All'energia che fluisce dai fiumi, nei laghi, alla sua purezza, alla meraviglia della trasparenza. 

Quando si riceve un regalo da un amico, che si fa? Lo ringraziamo! Ebbene, proviamo a dire grazie anche per l'acqua che abbiamo. Potrebbe diventare un gioco molto bello da fare in famiglia. Insegnamo ai nostri bambini a ringraziare prima di bere, così da benedire l'acqua che andrà a integrare il corpo, rafforzandolo e purificandolo dalle tossine.
Apriamo i cuori a ricevere più doni: che siano acqua o energia di qualunque altro tipo, il segreto sta nel ringraziare perché la gratitudine è un energia che guarisce sia chi la esprime che chi la riceve, sana i conflitti, trova sempre nuove soluzioni, apre le strade e trasmette positività!

Acqua: dono del cielo e della terra

Elisa S.


Newsletter

(c) 2018 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini