Home - L'esperto risponde - Sportello Psicologia

Regalini in denaro

 
Mi capita sempre più spesso, adesso che mia figlia è cresciuta (14 anni), che i parenti le facciano per il compleanno dei regali in soldi con l'intento che lei si compri ciò che più desidera. Spesso non è immediato l'acquisto di questo “qualcosa/regalo”, le ho insegnato ad aspettare, a valutare e a capire cosa le manca per poi eventualmente comprarselo.
Io cerco di non imporle la scelta e la ricerca. Mi chiedo se la mia posizione è giusta anche quando la decisione di mia figlia non rispecchia quelli che sono gli oggetti dedicati alla sua fascia di età, è un regalo e quindi il patto con chi glielo ha fatto non dovrebbe autorizzarmi ad intromettermi nella scelta. Questo il mio pensiero fino a che una persona mi ha detto che la cosa migliore da fare è indicare al proprio figlio ciò che è più necessario per lui. Ma un regalo, secondo me, non deve essere necessario. Mi sento un po' confusa.
Grazie Saluti
 
Buongiorno, innanzitutto mi scuso per il ritardo con cui le rispondo ma abbiamo avuto un disguido con la posta e non avevo ricevuto la sua mail.
Concordo con lei nel lasciare la libera scelta del regalo, sempre che questo sia consono. Il fatto che possa scegliere quello che vuole, non significa che può comprare qualsiasi cosa. Un conto è non condividere, per una questione di gusto o di età, quello che sua figlia potrebbe scegliere, un conto perchè inappropriato.
Spero di aver risposto al suo dubbio
buona giornata

Dott.ssa Annalisa Pericoli
 
Vedi le altre domande
 
 
 
 
 
 
Eventi per famiglie con bambini a Firenze
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini