Home - L'esperto risponde - Sportello Psicologia

La mamma è solo mia!

 
Salve, abbiamo un problema di gelosia con nostro figlio di 8 anni e mezzo.
Ha una gelosia molto forte nei confronti della mamma. Un po' penso sia normale nei maschi, ma è arrivato a fare dei discorsi preoccupanti, ci ha per esempio chiesto (con calma serafica) "ma perché non vi separate, così la mamma è tutta per me?".
Oltre a discorsi di questo tipo, la sua gelosia ha dei risvolti pesanti sul suo comportamento, quando è con la mamma, tutto OK, quando è solo con me (non capita spesso purtroppo) andiamo d'amore e d'accordo, quando siamo tutti e tre insieme succede il finimondo!

E' estremamente ostile nei miei confronti, sa come farmi esplodere (che dire, mi conosce da una vita) e si ingegna per farlo, insomma rende i momenti in cui siamo tutti insieme un incubo tanto che io ho la sindrome del lunedì al contrario (non vedo l'ora che finisca il fine settimana per tornare al lavoro).
Non so cosa fare... Ricavare ulteriori spazi esclusivi con la mamma mi sembra complicato e inutile, di fatto io torno dal lavoro alle 18:30 circa, in più ci vediamo nel week end. Uscito da scuola sta con lei quindi di momenti del genere ne ha in abbondanza.
Di solito non è particolarmente "mammone", per esempio quando è con gli amici, la mamma meno gli si sta intorno meglio è! Ma quando arrivo io cambia tutto, forse perché con gli altri non entra in competizione per le sue attenzioni.
Come possiamo gestire questa cosa in modo di ridurre il livello di conflittualità perché ormai manca solo l'intervento delle forze ONU...
Grazie Jacopo
 
Salve,
prima di tutto vi consiglio di provare a mettervi dal suo punto di vista per capire il senso di questo suo comportamento.
Cercate di individuare cosa possa aver innescato questo suo atteggiamento. Se ad esempio è cambiato il rapporto con sua moglie, se c'è stato un riavvicinamento ecc...
Cercherei di non cogliere la sfida e rimanere, capisco quanto possa essere difficile, fermo e calmo. Dovete mostrarvi come una coppia unita che non per questo possa far mancare l'attenzione a lui, anche quando siete insieme. Forse ha bisogno di sentire che siete uniti.
A volte i bambini sfidano alla ricerca di certezze.
Se il suo è comunque un bisogno di attenzioni, cercate di non avere un comportamento ostile o di brontolarlo. Questo non farebbe altro che peggiorare la situazione e l'umore di tutti. Cercate di soddisfare i suoi bisogni, provando forse dei modi diversi da quelli che avete usato fin'ora.
Mi spiace ma è difficile per me poter essere precisa, non esiste un motivo unico che possa portare a questo tipo di reazioni e non esiste una sola soluzione.
Spero di avervi dato uno spunto da cui partire.
Rimango a disposizione se aveste bisogno in futuro.
Un saluto
Dott.ssa Annalisa Pericoli

 
Vedi le altre domande
 
 
 
 
 
 
Eventi per famiglie con bambini a Firenze
Disclaimer           Ufficio Stampa            Privacy Policy
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini