Home - L'esperto risponde - Sportello Psicologia

In classe c'è il bulletto

 
Buongiorno, mio figlio frequenta la quinta elementare in una scuola cattolica e non viene tollerato dal gruppo classe per la troppa precisione e preso di mira dal bullo, i cui genitori sono stati inviati in terapia dalla psicologa che quest'anno eroga il progetto (per i gregari) sul bullismo.
Il problema è che il gruppo classe è gestito dal bullo e i genitori del gruppo classe è gestito anch'esso dal genitore del bullo che è anche rappresentante di classe.
La direzione non ha affrontato molto questo problema ma non ha voluto che io portassi via mio figlio né in terza né in quarta. Quest'anno, dopo vari incontri e proteste, mi dicono che mio figlio dice le bugie però poi mi sottolineano questa sua precisione che infastidisce i compagni (è emerso nel corso del progetto). Come posso tutelare mio figlio? Grazie Marilena

 
Buon giorno,
quello del bullismo è un problema serio e le conseguenze, anche a lungo termine, dell'essere una vittima non sono da sottovalutare. Ne va della propria autostima e capacità di relazionarsi all'interno di un gruppo di pari.
Essendo la psicologa della scuola a conoscenza della situazione potrebbe chiedere consiglio anche a lei.
Quello che dovreste fare è "proteggere" vostro figlio e contemporaneamente insegnargli delle strategie per relazionarsi con gli altri. Proteggere significa ascoltarlo e attivarsi per aiutarlo anche cambiando scuola o classe nel caso in cui la situazione non cambi.
Dovete considerare come si comporta anche in altri contesti di gruppo e se il suo atteggiamento e quello degli altri cambia. Qualora fosse come a scuola un aiuto più mirato ad aiutarlo nelle relazioni diventa prioritario.
Rispetto alla troppa precisione, le cause possono essere tante e diventa difficile indicarne una senza conoscervi.
Potrebbe ad esempio essere una sua strategia per gestire situazioni di disagio, per rassicurarsi. Questa modalità potrebbe averla anche a casa con voi e potrebbe essere influenzata dal vostro atteggiamento.
Rimango a disposizione,
un saluto
Dott.ssa Annalisa Pericoli

 
Vedi le altre domande
 
 
 
 
 
 
Gli eventi per famiglie
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini