Home - L'esperto risponde - Sportello Pedagogico Clinico

Mamma, mi compri... ?

 
Buon giorno Dottoressa,
Le sottopongo un problema con mia figlia di 12 anni. Ultimamente ci succede di litigare spesso, perché mia figlia chiede continuamente regali costosi, come vestiti firmati per imitare le amiche, il telefonino all'ultimo grido con relative covers sempre diverse etc. e quando le dico di no, mi rinfaccia che per me spendo danti soldi per comprare quello che mi piace, e che per questo motivo devo accontentarla. Mi dispiace molto avere queste discussioni con lei, però come faccio a farle capire che non posso sempre accontentarla? La ringrazio se potrà darmi un consiglio.
Manuela F.
 
Ci sono molti studi che evidenziano che oggi il rapporto tra genitori e figli è basato sulla relazione affettiva, in contrapposizione alle famiglie patriarcali del passato la cui relazione era basata sull'obbedienza agli adulti. Nella società di oggi, l'arrivo in famiglia di un bambino o di una bambina è considerato come un dono meraviglioso e questo può porre le basi per la creazione di un rapporto affettivo genitori/figli che utilizza quali strumenti educativi il dialogo, la comprensione, la ricerca del compromesso, la ragionevolezza, la vicinanza e l'ascolto delle ragioni dell'altro. Questo stile educativo, non deve però far dimenticare l'importanza dell'assumere un ruolo genitoriale autorevole che permette di creare un rapporto costruttivo con i propri figli, senza però cadere nell'eccessiva indulgenza. Il discorso necessiterebbe di più tempo per essere ritenuto esaustivo. In questa sede, e in riferimento alla richiesta specifica, posso dire che è sempre importante chiarire ai nostri figli che i genitori sono i principali educatori, ai quali spetta l'incarico di guidarli e aiutarli a far emergere risorse e potenzialità, ma all'interno di un rapporto basato sempre sul rispetto reciproco e sulla consapevolezza che esistono delle regole dettate dagli adulti.
Bisogna far passare il messaggio che i genitori e i figli non sono sullo stesso piano!
I genitori sono persone adulte, con alle spalle una vita fatta di molteplici esperienze che hanno contribuito a renderli maturi, saggi, consapevoli, e il loro compito è quello di guidare i più piccoli, senza doversi sentire in difetto quelle volte che ritengono di non poter accontentare le loro richieste.

Un cordiale saluto,
Dott.ssa Flora Fontana
 
Vedi le altre domande
 
 
 
 
 
 
Eventi per famiglie con bambini a Firenze
Disclaimer           Ufficio Stampa            Privacy Policy
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini