Home - L'esperto risponde - Spazio logopedia

Spesso non si fa capire

 
Ho un figlio di 13 anni. Gli esordi della parola sono stati solo un po' sofferti per la comprensibilità di ciò che diceva (ma nei limiti della normalità), per quanto avesse fin da subito gran proprietà di linguaggio. Poi ha iniziato a parlare in modo assolutamente chiaro, perdendo i difetti che aveva. Via via negli ultimi 2-3 anni ha iniziato a parlare in modo veloce e poco chiaro, come se ragionasse tra sé e sé invece che con altri. Quando è ben attento a quello che dice pronuncia perfettamente, quando inizia in modo colloquiale invece troppo spesso bisogna chiedergli di ripetere. A scuola gli insegnanti non si sono mai lamentati, il che mi fa pensare che sia una questione di concentrazione. Pensa che possa essere utile una visita?
Grazie
Emanuela

 
Per come mi descrive la situazione, direi che si possa trattare più di un discorso di fretta e scarsa attenzione all'eloquio. Se a scuola le insegnanti non si sono lamentate e non ci sono effettivi difetti di pronuncia, provate semplicemente a spiegare al ragazzo di rallentare il linguaggio e prestare attenzione in ogni situazione pena la possibilità di non essere compreso. Magari chiedete a lui stesso un parere in proposito, se si accorge delle eventuali differenze e se questa è una cosa che lo mette in difficoltà. Può essere legato altrimenti all'aspetto emotivo, scatenato in alcuni contesti o ad una difficoltà di coordinazione tra respirazione/articolazione relativa sempre ad alcuni contesti.
Una valutazione potete farla fare se effettivamente il ragazzo è in difficoltà.
Saluti,
Dott.sa Manuela Fici
 
Vedi le altre domande
 
 
 
 
 
 
Gli eventi per famiglie
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini