Home - L'esperto risponde - Spazio logopedia

Non riesce a dire la S davanti a consonante

 
Mi rivolgo a lei perché ho due problemi, il primo con mio figlio di 5 anni che non pronuncia la S vicina alle consonante e poi ho una bambina di 6 anni che non parla chiaramente.
All'eta di 3 ani su insistenza mia il pediatra mi ha fatto fare una valutazione con una logopedista all'asl. Dopo 5 sedute mia figlia non è voluta andare più perché era un continuo gridare non essendoci altre strutture mi sono rivolta privatamente. Dopo 2 anni è migliorata molto ma non secondo le aspettative. Così mi sono rivolta a un neuropsichiatra con valutazione IMMATURITA AFFETTIVA ma non mi ha convinta ultimamente la faccio vedere da un'altro e questa volta la diagnosi è SOSPETTA DISPRASSIA EVOLUTIVA e devo fare un ricovero che se ne parla nel 2016.

Ora chiedo a lei se ci sono esercizi che posso fare a casa per entrambi o ci sono altri siti per poter lavorare con i miei figli. Io spero che lei mi possa aiutare perché vedo che ci rimangono male quando qualcuno dice di non capirli.
La ringrazio
 
Per il bimbo di 5 anni che non pronuncia la s davanti a consonante bastano semplici esercizi che sarebbe opportuno farsi mostrare da un logopedista e che poi possono essere ripetuti a casa quotidianamente per un periodo di tempo necessario ad essere assimilati. Lo scopo è quello di far sentire la presenza della s davanti alla consonante, esagerandone il sibilo durante la pronuncia della stessa. Si può disegnare o creare un cartoncino con un serpentello e far seguire al bambino con il dito il corpo del serpente mentre pronuncia una lunga s e la attacca sonoramente alla consonante seguente (prima con le sillabe, poi con le parole). Ovviamente dietro imitazione dell'adulto.
Leggermente più complesso è imparare ad inserire la s davanti a consonante in mezzo alla parola.

Per quel che riguarda la bimba, le consiglio di seguire il percorso indicato dal neuropsichiatra al quale decide di affidarsi, che comunque ha potuto osservare e valutare. Chiedete se ritiene opportuno effettuare altre sedute logopediche, visto che avevano dato miglioramenti e considerando che possono servire da stimolo per la bambina.
Saluti, Manuela
 
Vedi le altre domande
 
 
 
 
 
 
Eventi per famiglie con bambini a Firenze
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini