Home - L'esperto risponde - Spazio logopedia

La R

 
Mia figlia ha 5 anni e mezzo ha inziato la scuola primaria. Sta imparando solo ora ad articolare la R (le riesce bene solo con alcune parole, con altre no).
Mentre ieri le spiegavo la pronuncia di questa lettera, mi sono accorto che pronuncia la T (e la D) con la lingua fra i denti. Il suono che esce è corretto (e fra l'altro anche altre persone pronunciano queste lettere in questo modo!) ma non mi pare una buona base di partenza per pronunciare la R: T e D non dovrebbero essere pronunciate con la lingua DIETRO i denti ?
Anche il suono GLI non è un granché, specie se non fa attenzione mentre parla. Premetto che alcuni problemi di tipo fisiologico (adenoidi e palato stretto) potrebbero influire negativamente; questi problemi fortunatamente stanno poco a poco migliorando (le adenoidi stanno regredendo con la crescita, ed in più ha iniziato da qualche mese un trattamento ortodontico per allargare il palato), ma cosa si può fare nel frattempo?
Non vorrei che errori di impostazione a questa età non possano poi essere più "recuperati". M
i sa dare un parere a riguardo?
La ringrazio e la saluto.
 
 Salve,
ha dettagliato ogni singolo aspetto in maniera molto competente. Effettivamente T/D si pronunciano con la punta della lingua appena dietro i denti, diciamo appoggiando sulla base dell'alveolo dentale. La lingua non si deve interporre tra gli incisivi. La R prevede invece la vibrazione della punta della lingua un pochino più indietro, nel punto di articolazione della L.
Sicuramente il palato alto non aiuta il giusto posizionamento della lingua quindi è importante aver deciso di ampliarlo. In più l'ingombro adenoidale può creare una posizione di riposo della lingua bassa a causa della necessità di respirare a bocca aperta.
Per stimolare la pronuncia della R fatevi imitare davanti allo specchio mentre pronunciate velocemente TLA..TLA..TLA fino a farlo diventare TRA e mostrando il giusto posizionamento della punta della lingua. Se la vibrazione compare associate la R a vocali e poi inseritela nelle parole.
Se la difficoltà rimane effettuate una valutazione logopedica, utile per monitorare tutta la funzionalità linguale in base anche agli aggiustamenti palatali.
Un saluto, Dottoressa Manuela Fici
 
Vedi le altre domande
 
 
 
 
 
 
Eventi per famiglie con bambini a Firenze
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini