Home - L'esperto risponde - Spazio logopedia

Ciuccio e disfunzione linguale

 
La mia bambina ha quasi 4 anni e mezzo, parla bene (ha iniziato a dire le prime parole a un anno circa), ha avuto qualche problema di "balbettamenti" intorno ai 2 anni e mezzo che si sono risolti spontaneamente (su consiglio del pediatra), e si comporta normalmente per la sua età.
L'unica cosa è che dice la "esse" al posto della "zeta", secondo me perché ha usato molto il ciuccio, sono riuscita a toglierlo quasi del tutto (quasi perché ad addormentarsi lo usa ancora) solo da pochi mesi con molte proteste e pianti da parte sua. Dice che è il caso di intervenire con un logopedista?
Grazie

 
Le confermo che l'uso prolungato del ciuccio può essere causa di disfunzione linguale. La conseguenza della disfunzione linguale è spesso una difficoltà di articolazione di alcuni suoni del linguaggio (tra i quali s e z sono i più frequenti) che solitamente si accompagna con il persistere di una deglutizione infantile, dannosa anche per la corretta eruzione dei denti.
Le consiglio una valutazione logopedica anche se la bimba è piccola ed ha ancora qualche margine di miglioramento spontaneo. La difficoltà di pronuncia della z è legata ad una pigrizia di movimento della lingua e nello specifico ad andare con la punta al palato e questo è tipico delle disfunzioni linguali associate a deglutizione deviata. Niente di grave naturalmente, ma se si interviene in tempo con esercizi mirati e con l'insegnamento della giusta posizione articolatoria si evitano danni alla struttura dentale e tutte le conseguenti noie (anche economiche) dell'apparecchio. Se ha bisogno di altri chiarimenti sono a disposizione.
Cordiali saluti,
Manuela

 
Vedi le altre domande
 
 
 
 
 
 
Gli eventi per famiglie
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini