Home - L'esperto risponde - Spazio logopedia

Avrà reali difficoltà o è solo svogliato?

 
Salve sono la mamma di un bimbo di 6 anni e ho bisogno di un consiglio.
Mio figlio ha sempre avuto problemi nel pronunciare la R scambiandola con la L.
Ora che frequenta la scuola ho notato che nei dettati fa molta fatica ha scivere la r sempre scambiandola con la l. A volte dimentica alcune vocali o consonanti e nella scrittura in minuscolo scambia la d con la b e viceversa.
Nella lettura è abbastanza bravo e anche nella pronuncia ora solo alcune volte mette la l a posto della r. Se gli faccio notare che sbaglia a pronunciare la parola la dice poi correttamente.
Non riesco a capire se ha un reale problema oppure è solo un po' svogliato. C'è da dire che è un bimbo molto inteliggente, sveglio, furbo e super attivo.
Non sta mai fermo, fatica a concentrarsi, non vuole mai andare a dormire a volte si sveglia la notte chiedendo quando diventa giorno.
Non gli piace fare i compiti e tenta sempre di rinviarli.
Di mia iniziativa ho cominciato a fargli fare tutti i giorni dettati sulle parole che tende a sbagliare ma i risultati sono pessimi.
Purtroppo poi arrivo ad arrabbiarmi spesso urlando, cosa che poi mi fa star male ma non riesco a controllarmi.
So che sbaglio e che è mia la colpa ma riesce a tirare fuori il peggio di me. Ho notato che si scoraggia facilmente quando non riesce a fare qualcosa e subito piange per qualsiasi cosa che non va come vorrebbe lui. Praticamente tutti i giorni piange e questo mi manda in bestia. Inoltre sembra che a volte mi prende in giro, mi sento frustrata non so cosa fare per aiutarlo senza perdere la calma. Ho paura di essere io la causa di certi suoi atteggiamenti. Ora non so se è il caso di farlo vedere da una logopedista oppure dovrei dargli piu tempo per vedere se migliora. E poi se ci fosse qualcosa che potrei fare per aiutarlo accetto piu che voletieri qualsiasi consiglio. Grazie.
 
Per quel che riguarda gli errori di pronuncia è necessario effettuare alcune sedute logopediche, soprattutto adesso che ha iniziato la scuola. Verrà valutata così la funzionalità linguale e della muscolatura oro-facciale, nonché insieme ad un ortodonzista, anche quella delle strutture dentali e del palato.

Per l'aspetto dell'apprendimento cercate di valutare insieme alle insegnanti se il bimbo è effettivamente più indietro rispetto al resto della classe, e quanto più indietro, e fatevi consigliare da loro. E' giusto poi aiutarlo a casa, ma senza esagerare e senza sottoporlo a stress ed ansia da prestazione. Alla fine della prima elementare comunque vengono effettuati anche test esterni, in classe, per valutare se possono esistere disturbi dell'apprendimento.

Ed inoltre se effettuate un po' di logopedia per il disturbo di pronuncia avrete sicuramente consigli per il resto, dopo che il terapista avrà almeno osservato il bambino.
Saluti, Manuela

 
Vedi le altre domande
 
 
 
 
 
 
Eventi per famiglie con bambini a Firenze
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini