Home - L'esperto risponde - Oculistica bambino

Strabismo

 
Sono la mamma di una bambina di due anni e 9 mesi che all'età di circa due anni ha cominciato a manifestare episodi di strabismo.
Al controllo effettuato a ottobre l'oculista ha rilevato una scompensazione dello strabismo convergente e ha quindi sottoposto la bimba a visita oculistica dopo tre giorni di atropina a casa.
La diagnosi è stata strabismo convergente e leggera ipermetropia. Le sono stati prescritti lenti con sf +2 in entrambi gli occhi e occlusione per 3 ore al giorno all'occhio sinistro. Con gli occhiali il difetto si nota ancora molto. La mia bimba dopo un mese è stata di nuovo dell'oculista per vedere se procedere con l'alternanza del bendaggio. Per la prima volta ha eseguito la lettura delle figure sul tabellone.
E' possibile secondo Lei ricorrere già ad un eventuale intervento chirurgico per la correzione estetica del difetto?
La ringrazio e la saluto cordialmente
 
Consiglio di misurare la vista di nuovo tra 3 mesi magari con più precisione dal momento che la bambina sarà un pochino più grande.
La correzione del vizio refrattivo è la prima cosa da fare quando è presente lo strabismo quindi il suo oculista ha fatto bene a prescrivere gli occhiali e l'occlusione, come le avrà spiegato, serve a far usare forzatamente l'occhio deficitario.
L'alternanza di fissazione è un ottimo risultato perché vuol dire che la sua bambina non guarda solo con l'occhio "buono" ma usa in maniera alternata entrambi gli occhi.
L'intervento chirurgico nel suo caso è già possibile, ma riguardo al "timing" dell'intervento non esistono linee guida e le scuole di pensiero sono diverse.

Silvia Collarino
377/4266353
silviacollarino@hotmail.com
www.docvadis.it/msilvia-collarino

 
Vedi le altre domande
 
 
 
 
 
 
Gli eventi per famiglie
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini