Home - L'esperto risponde - Domande al dentista

Diastema/frenulo corto

 
Salve Dottore, sono la mamma di un bambino di 11 anni e mezzo, con denti non grandi e larghi, con "deglutizione atipica"(da me notata dopo aver scoperto su di me da adulta quindi, lo stesso "problema") scoperta a 5 anni ed affrontata con tre cicli di logopedia, circa 3 anni fa ha portato un espansore palatale per un leggero principio di inversione di un canino, ha familirità (sempre io!) per la tendenza alla 3a classe mandibolare attualmente non evidente ma- essendo sempre stato un bambino "più grande" dei coetanei (porta ora un 42-43 di scarpa)- è prevedibile in futuro con lo sviluppo osseo adolescenziale.
Ad una visita per motivi assicurativi il dentista che lo ha visitato mi ha detto che il suo diastema (sia inferiore che superiore) dipende dal fatto che lui ha entrambi i frenuli corti e che dovrebbe toglierli per consentire ai denti di riavvisinarsi, il dentista che segue mio figlio da tre anni per l'espansore palatale non ci ha mai parlato di frenulo corto, anzi ci ha detto che "quella è la sua conformazione e che probabilmente si terrà i denti larghi per tutta la vita". Io non sono d'accordo ho "combattuto" col mio diastema e da adulta ho solo potuto ripiegare su un discorso estetico di ricostruzione ma penso mio figlio abbia altre possibilità essendo ancora piccolo.
Cosa ne pensa, è vero che il frenulo è così importante? si può "operare" anche ora che mio figlio ha "già" quasi 12 anni (perchè mi dicevano che in genere lo fanno intorno ai 6 anni)?
La ringrazio molto ed attendo Sua risposta.
Cordiali Saluti
Silvia
 
Gentile Silvia,
dal suo racconto non è chiara la problematica di suo figlio e senza poterlo visitare non sono in grado di dire quale professionista abbia colto l’essenza del problema. Mi limiterò a dire che i frenuli hanno diverse caratteristiche e diverse funzioni. La prima grande differenza è la localizzazione labiale o linguale con ovvie diverse funzioni. A parità di frenulo però non abbiamo nei diversi soggetti uguale funzione, mi spiego meglio: la composizione di un frenulo è sia tendinea che muscolare ma la percentuale delle due componenti è variabile, quindi se un frenulo è molto tendine e poco muscolare può col tempo ridursi progressivamente e non causare grossi problemi. Si calcola infatti che l’80% dei frenuli entro i 10-12 anni si riduca a livelli normali …. a dire il vero in questa percentuale intervengono anche le frenulectomie che talvolta i bambini si procurano da soli cadendo… ma comunque accada, diciamo che sono quelli che non richiedono intervento.
Nel caso invece il frenulo abbia una componente muscolare marcata questo potrà mantenere aperto un diastema o creare altri problemi. E’ probabile che nel caso di suo figlio il diastema sia anche mantenuto dall'occlusione tipica della terza classe e per la quale, mi par di capire, fino ad oggi non sia stato fatto nulla. L’espansione palatale sarà stata certamente necessaria ma non ha potuto correggere la problematica antero-posteriore basale.

Saluti
Dr. Gabriele Floria
Specialista in Ortognatodonzia in Firenze e Pistoia
 
Vedi le altre domande
 
 
 
 
 
 
Gli eventi per famiglie
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini