Home - L'esperto risponde - La posta del ginecologo

Allattamento prolungato

 
Gent.le dott. Santini,

ho una bimba di un anno e mezzo, che ancora allatto frequentemente. Lo scorso mese ho avuto un aborto spontaneo alla 5 settimana circa, che si è concluso da sè, con un abbondante ciclo mestruale. Il mio ginecologo mi ha detto che è meglio smettere l'allattamento, in quanto potrebbe essere stato la causa dell'aborto. Infatti, a parte le contrazioni, l'allattamento provocherebbe la produzione di ormoni in un certo senso "incompatibili" con quelli della gravidanza. Quindi mi ha consigliato di riprovare a fare un altro figlio dopo aver smesso.

Tuttavia poi mi ha citato altri motivi per convincermi a smettere, come il peggioramento della miopia, il vizio del bambino, la sua dipendenza dalla mamma, le probabili infezioni al capezzolo, tutti motivi che non mi hanno affatto convinta. Non ho nessuno in famiglia che ha allattato a lungo, ma sento che l'allattamento non può che essere un bene per madre e bambino, anche quando si protrae "più a lungo" del "normale".

Mi ha anche detto che non era a conoscenza di studi al riguardo, dato che generalmente l'allattamento nel nostro paese ha una durata limitata, e che nella sua lunga esperienza non gli era mai capitata una gravidanza mentre si allatta. Mi piacerebbe sapere se in altri paesi dove l'allattamento dura diversi anni sono stati fatti studi al riguardo, se cioè è stato riscontrato che la percentuale di aborti aumenta nelle donne che allattano. Ho la sensazione che qui da noi tutto è buono per convincere la madre a smettere di allattare, perchè dopo un tot di mesi l'allattamento è considerato "anormale".

Tuttavia io e mio marito temiamo che l'esperienza dell'aborto si ripeta. le sarei molto grata se potesse dirmi cosa pensa lei a tale riguardo.

La saluto cordialmente e la ringrazio per la sua disponibilità.
 
Gent.Signora,
rispondo alla sua domanda, senza entrare nel merito dei consigli che ha ricevuto. In un clima culturale, che come lei giustamente nota, non incoraggia l'allattamento al seno, molte iniziative si stanno prendendo per rafforzare questa straordinaria capacità della madre. L'organizzazione mondiale della sanità e l'UNICEF sono impegnate in campagne di straordinaria portata per sostenere l'allattamento al seno anche nei paesi econimicamente avanzati. Dunque si senta sostenuta nella sua scelta di fondo e cioè allattare anche per un periodo più lungo suo figlio. In relazione alla domanda circa il rischio di aborto durante l'allattamente le rispondo che uno studio giapponese su 900 donne pubblicato nel 2009 dice che l'allattamente non induce abortività, c'è poi la posizione dell'associazione dei medici di famiglia statunitensi che nel 2008 conclude che allattare non induce aborto. Arriviamo a concludere che ragionevolmente l'allattamento non è la causa di aborto, ma che un aboro può accadere per cause diverse mentre si allatta.
Cordiali saluti,
Dr.Marco Santini
 
Vedi le altre domande
 
 
 
 
 
 
Gli eventi per famiglie
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini