Home - L'esperto risponde - Il pediatra risponde

Si va alla materna

 
Gentile Dott. Massimo Strano,

ho una bimba di 2 anni e 3 mesi, lunedì è stato il suo primo giorno di scuola materna, fino ad ora è sempre stata la mattina con me ed il pomeriggio dalla nonna.

Abbiamo optato per la materna perchè è una bimba sveglia parla molto bene e non porta più il pannolino ed essendo una scuola privata l' hanno presa senza problemi.

Come inizio non è andato un granchè quando vado via piange e si dipera, quando la vado a prendere dopo circa un' ora la trovo mano a mano alla maestra che guarda gli altri bimbi da lontano che giocano nel parco. Gli altri bimbi sono tutti più grandi di lei, dai 3 ai 4 anni e mezzo solo altri due bambini hanno 2 anni e mezzo, in tutto sono 15.

Lo so che sono solo due giorni e che ci vuole tempo prima che si inserisca, ma mi sono presi mille dubbi, forse è troppo piccola era meglio il nido? riuscirà ad interagire con gli altri bimbi? come mi devo comportare quando piange? se cerco di rassicurarla non cambia nulla! Non sono una mamma ansiosa o forse credevo di non esserlo fino ad oggi.
Le maestre mi hanno detto che è tutto normale che ci vuole solo un pò di tempo.
Stamattina quando l' ho lasciata lei piangeva nella classe e io piangevo fuori, mi uscivano le lacrime da sole, non riuscivo a trattenerle, non so proprio cosa mi sia preso, mi dicevo devo farmi forza ma non ci sono riuscita.

La prego mi dia lei un consiglio,

Grazie

Monica
 
E' sempre un periodo della vita del bambino e dei genotori difficile. Il primo distacco è un momento che può sembrare insuperabile, ma non lo è.
Mi sembrerebbe strano che il bambino non piangesse le prime volte e che i genitori non si sentissero in colpa.
Ma una volta deciso la necessità di porre il bambino ad una scuola materna basta avere un pò di pazienza ed anche con l'aiuito degli educatori vedrà che la bambina si inserirà tranquillamente.
Può far portare con se alla bambina un gioco a lei caro o qualcosa di suo che la lega alla casa.
Sia serena e non faccia trasparire la sua ansia, che vedrà sparirà.
Si congedi dicendogli che tornerà a riprenderla appena fatto quello che deve fare, comunque dandogli sicurezza.
Vedrà che pian piano si ambienterà e tutto sarà un ricordo dell'inizio.
Sono a sua disposizione e mi faccia sapere l'evoluzione
MS
 
Vedi le altre domande
 
 
 
 
 
 
Gli eventi per famiglie
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini