Home - L'esperto risponde - Il Foro di FsC

Non voglio divorziare

 
Gentile Avvocato
ho una bambina di 4 anni e sono separata consensualmente da piu di tre anni.
Poiché spero di arrivare ad una riconciliazione con il padre di mia figlia, non voglio concedergli il divorzio.
Se lui insistesse sarei obbligata a divorziare?? E cosa cambierebbe per me e per la bambina? Lui adesso mi passa un assegno per la piccola, potrebbe cessare di darmelo se io mi opponessi al divorzio?

Grazie mille per la risposta che vorrà mandarmi.
Letizia
 
Cara Letizia,
comprendo il suo desiderio di ricostituire la sua famiglia, ma il divorzio può essere pronunciato anche nel caso in cui l’intenzione di voler sciogliere il matrimonio sia di un coniuge soltanto.
Il divorzio infatti trova il suo fondamento nell’impossibilità della comunione spirituale e materiale tra i coniugi e cioè in una convivenza che si basi sulla reciproca assistenza e collaborazione. Quindi in caso di un suo rifiuto al divorzio, suo marito potrà rivolgersi in via autonoma al giudice. Quanto agli effetti, con la sentenza di divorzio viene meno il suo status di coniuge, con la possibilità di contrarre un nuovo matrimonio. In quanto donna divorziata perde inoltre il diritto all’uso del cognome di suo marito, salvo diversa autorizzazione del giudice.
Conseguenza importante è anche, ovviamente per entrambi, la perdita dei diritti successori.
Nessuna conseguenza negativa invece nei confronti della sua bambina, neppure per il caso in cui lei si opponesse al divorzio. L’obbligo del padre di concorrere al mantenimento della piccola rimane fino a quando sua figlia non sarà economicamente indipendente.

Un caro saluto.
 
Vedi le altre domande
 
 
 
 
 
 
Eventi per famiglie con bambini a Firenze
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini