Home - Educazione - Didattica Nuova

Compiti a casa: che pesantezza!

Tanti genitori si lamentano perché devono lottare ogni giorno con i propri figli per farli studiare. Ma come motivare questi ragazzi? Lo abbiamo chiesto alla Prof.ssa Mariagiovanna Grifi
Dove
Quando
  
Ingresso
Contatti
Tel:
Fax:
 
 
Consigliato a
Non tutti gli studenti tornano a casa e, dopo mangiato, si mettono di buona volontà a fare i compiti. Anzi, molti di loro sono completamente demotivati e trovano mille distrazioni per ritardare sempre più il momento fatidico. Liti, preoccupazione da parte dei genitori e malumore dei ragazzi sono la diretta conseguenza. E ogni giorno la storia si ripete. Da cosa dipende? Perché studiare a casa a volte risulta addirittura più pesante dell’ascoltare le lezioni in classe?

La domanda potrebbe essere posta in un altro modo: perché un ragazzo dovrebbe studiare ogni pomeriggio? A cosa gli serve? Una delle ragioni per cui manca la voglia di fare i compiti è che nessuno spiega veramente agli studenti perché è così importante farli. Sono vissuti solo come un obbligo, come un’imposizione che gratifica insegnanti e genitori ma non loro, come qualcosa di tremendamente noioso. È questa l’emozione più frequente durante lo studio: la noia. Seguita talvolta da rabbia e ansia. Sicuramente una situazione emotiva poco piacevole.

Per stimolare la motivazione ad apprendere devono essere soddisfatte due condizioni: il ragazzo deve avere la percezione di competenza (deve sentirsi capace di svolgere il compito) e deve poter dare un senso, un valore, una ragione a quello che fa. In questo un ruolo importante ce l’hanno gli insegnanti, che dovrebbero saper scegliere i compiti giusti, utili e stimolanti (sempre diversi, perché la ripetizione è la prima cosa che tende ad annoiare), e i genitori, che nel supportare i figli non devono assolutamente aiutarli a studiare, ma solo essere una “presenza affettiva” che trasmette loro fiducia. L’autonomia nello studio non deve mai essere scalfita, altrimenti la voglia e la motivazione vengono subito a mancare.

Di Mariagiovanna Grifi
Inserisci un commento Caratteri rimasti:
Nome
EMail
Permetti la pubblicazione del tuo indirizzo email
Letto e Compreso Privacy
 
 
 
 
 
 
Eventi per famiglie con bambini a Firenze
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini