Home - Ufficio Stampa

Vaccini obbligatori

Nelle scorse settimane il caso “vaccini” è stato oggetto di discussioni discordanti. Da un lato si schiera chi è a favore, dall’altro chi non ammette le imposizioni soprattutto se riguardano i propri figli.
Abbiamo chiesto all’Avvocato Cristina Cocchi di fare il punto della situazione secondo la normativa.
Dove
Quando
  
Ingresso
Contatti
Tel:
Fax:
 
 
Consigliato a
È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legge sull'obbligatorietà dei vaccini per bambini e ragazzi fino ai 16 anni. Il provvedimento è dunque già in vigore ma il testo andrà convertito in legge entro il prossimo 6 agosto.
I motivi di necessità e urgenza che hanno spinto il Ministero della salute a ricorrere a questo strumento legislativo sono legati al calo al di sotto della soglia del 95% indicata dall'Organizzazione mondiale della sanità dei livelli di copertura per le principali malattie infettive. In altri termini, negli ultimi anni vi è stato un preoccupante calo di vaccinazioni e un incremento rilevante dei casi di alcuni malattie infettive come il morbillo.

Innanzitutto vediamo quali vaccinazioni diventano obbligatorie con il nuovo decreto:
a) anti-poliomielitica;
b) anti-difterica;
c) anti-tetanica;
d) anti-epatite B;
e) anti-pertosse;
f) anti-Haemophilus influenzae tipo b;
g) anti-meningococcica B;
h) anti-meningococcica C;
i) anti-morbillo;
l) anti-rosolia;
m) anti-parotite;
n) anti-varicella.

Le prime 4 vaccinazioni erano già obbligatorie per legge e fino al 1999 sono state condizione necessaria per l'iscrizione alla scuola dell'obbligo. Gli ulteriori vaccini invece erano “fortemente raccomandati” per il loro valore sanitario nel calendario vaccinale in vigore, dunque erano facoltativi nell'ottica del principio di volontarietà dei trattamenti sanitari. Tutte le vaccinazioni indicate nel nuovo decreto sono obbligatorie e gratuite. I bambini nati nel 2017 dovranno sottoporsi a tutte le 12 vaccinazioni mentre i nati dal 2001 al 2016 dovranno essere in regola con le vaccinazioni indicate nel calendario vaccinale in vigore nell'anno di nascita (per esempio i nati nel 2001 dovranno tener conto delle profilassi del Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale 1999-2000 – si veda il sito del Ministero www.salute.gov.it).

Quali sono le conseguenze se non si vaccinano i propri figli:
I bambini non vaccinati non potranno essere iscritti all'asilo nido e alla scuola dell'infanzia, sia pubbliche che private. Per gli altri gradi di istruzione si potrà invece accedere alla scuola ma il dirigente scolastico dovrà segnalare il nominativo del bambino alla Azienda sanitaria competente che inviterà i genitori a un colloquio e successivamente a mettersi in regola. Per il genitore che non vi provvede nel termine indicato sono previste sanzioni amministrative da € 500 a € 7.500 in base alla gravità dell'inadempimento e la segnalazione alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni per la eventuale sospensione della responsabilità genitoriale.

Quale documentazione è necessaria:
Al momento dell'iscrizione alla scuola dell'obbligo i genitori dovranno presentare il libretto delle vaccinazioni o dimostrare di aver programmato le vaccinazioni mancanti oppure certificare l'esonero per immunizzazione da malattia naturale. Sarà inoltre possibile certificare l'omissione o differimento della vaccinazione per accertato pericolo per la salute. I genitori potranno anche autocertificare l'avvenuta vaccinazione del figlio e poi produrre la relativa documentazione durante l'anno scolastico entro il 10 luglio.

Cosa fare per l'anno scolastico 2017/2018:
Entro il 10 settembre alla scuola andrà presentata la documentazione comprovante le vaccinazioni e/o la prenotazione dell'appuntamento alla Asl per le vaccinazioni mancanti (oppure l'esonero o il differimento); nel caso di autocertificazione, la documentazione dovrà essere presentata entro il 10 marzo 2018.


Avvocato Cristina Cocchi
Via Aretina, 167/B
50136 FIRENZE
Tel./Fax 055.2479482 - Mobile 3387499759

Inserisci un commento Caratteri rimasti:
Nome
EMail
Permetti la pubblicazione del tuo indirizzo email
Letto e Compreso Privacy
Commento inviato da: Palma in data: 22/06/2017
Articolo esaustivo, chiarisce come la legge gestisce i vaccini.
 
 
 
 
 
 
Gli eventi per famiglie
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini