Home - Ufficio Stampa

Pillole di Natale... nel mondo

A Dicembre tutto si accende, si percepisce ovunque una speciale energia che vibra, una calda atmosfera che è capace di unire i popoli. Ma quali sono i personaggi della varie tradizioni natalizie? E come festeggiano i bambini nelle altre nazioni? In Russia Nonno Gelo porta i doni e in Austria c'è l'antagonista di San Nicola. Chi sa come spediscono la letterina dei desideri in Inghilterra? E perché le bimbe svedesi indossano candeline sulla testa? Questo e altro ancora, per scoprire il Natale... a giro per il mondo
Dove
Quando
  
Ingresso
Contatti
Tel:
Fax:
 
 
Consigliato a
Partiamo dall'Inghilterra dove il Natale caratteristico è freddo, nebbioso e umido. Generalmente il 24 dicembre le famiglie preparano i biscotti e appendono le calze sul camino. Poi si riuniscono attorno all’albero per il racconto di una storia natalizia. Particolarità sulla letterina a Babbo Natale: i bambini dopo averla scritta la gettano nel fuoco. In questo modo la spediscono direttamente sù per il camino, per farla arrivare a Babbo Natale mentre è in volo con le renne.

In Austria c'è Krampus, una creatura mostruosa che vaga per le strade della città per punire i bambini cattivi, e San Nicola che invece premia quelli bravi. Nella prima settimana di dicembre i ragazzi si travestono da Krampus con maschere brutte per spaventare i bambini cattivi e girano per le città suonando le campane.

In Russia Babbo Natale viene chiamato Nonno Gelo. Si racconta che sia esistito da sempre e che sia il padrone di qualunque maltempo invernale. Accanto al presepe, la famiglia canta e prega e pensate un po'... anche gli animali domestici ricevono un dono: forse uno speciale cosciotto d'agnello per il cane, o un piatto di pesce per il gatto!

Il 13 dicembre, giorno di Santa Lucia, è molto sentito in Svezia dove è festa per tutto il paese. Lucia, una delle prime cristiane, portava di nascosto da mangiare ai discepoli di Gesù che venivano perseguitati. Per farsi luce durante la notte e avere le mani libere per poter trasportare il cibo, si metteva in testa una corona di candele accese fin quando i soldati romani la catturarono e la uccisero. Ancora oggi i giovani svedesi cominciano a preparare la festa di Santa Lucia il 12 dicembre, cucinando panini e biscotti di zenzero. Le bimbe più piccole, il 13 al mattino presto, si vestono da Santa Lucia con un lungo abito bianco e una cintura rossa. In testa portano una ghirlanda di foglie verde e candeline accese e portano la colazione a letto al resto della famiglia.

Spesso associamo al Natale l'idea di neve. Pensare invece che in Australia... siamo in piena estate! Molte feste natalizie si svolgono quindi all’aperto, e l’evento più sentito è il Carols by Candlelight: le persone si riuniscono di notte per accendere candele e cantare canti natalizi sotto le stelle.

In Nigeria nei giorni che precedono il Natale le ragazze vanno di casa in casa, ballando e cantando accompagnate da tamburi. E durante la vigilia di Natale, è uso lasciare la porta di casa aperta perché... chiunque entri è sempre il benvenuto.
Inserisci un commento Caratteri rimasti:
Nome
EMail
Permetti la pubblicazione del tuo indirizzo email
Letto e Compreso Privacy
 
 
 
 
 
 
Eventi per famiglie con bambini a Firenze
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini