Home - Ufficio Stampa

Crescerli allo stesso modo o no?

Maschietti forti e coraggiosi e bimbe belle e ordinate: gli stereotipi secolari della società.
Di E. Staderini
Dove
Quando
  
Ingresso
Contatti
Tel:
Fax:
 
 
Consigliato a
Sapevate che le bambine leggono, scrivono e si esprimono meglio rispetto ai coetanei maschi, per il diverso sviluppo di alcune aree del cervello?
Quest’organo nei bambini è più grosso dell’1% favorendo il pensiero razionale e connessioni neurali più veloci. Per quanto riguarda il senso dell’orientamento, i maschietti hanno una spiccata abilità spaziale mentre le femmine per orientarsi, ricorrono a punti di riferimento e oggetti che memorizzano prima.

Diversità genetiche quindi. Ormonali, ma determinate anche dalle condizioni ambientali.
Come li educhiamo i nostri bambini?
Al giorno d’oggi non è certo facile crescerli forti ma non violenti, coraggiosi senza sembrare strafottenti, sicuri di sé ma non certo bulli. E le figlie? Le vorremo ordinate ma mai sottomesse, affascinanti sì, ma che usino sempre il dono dell’intelletto senza puntare tutto sulla bellezza esteriore.

Noto come spesso le mamme e i papà si aspettano qualità diverse secondo il sesso dei figli. Incoraggiano i maschietti a essere furbi e primeggianti, mentre stimolano le bambine a tenere in ordine le loro cose, secondo modelli che allontanano gli uni dalle altre.
Personalmente, da genitore, ritengo che sia fondamentale cercare di crescere maschi e femmine come persone autonome, aiutarli a pensare con la propria testa, che possano essere leader di sé stessi e gregari di nessuno.

Di Elisa Staderini

E tu cosa ne pensi? Scegli modelli educativi diversi per maschietti e femminucce? Raccontati qui sotto. Lascia un commento


Può interessarti anche:

Ufficio Stampa

Inserisci un commento Caratteri rimasti:
Nome
EMail
Permetti la pubblicazione del tuo indirizzo email
Letto e Compreso Privacy
Commento inviato da: Erika Paoletti in data: 27/03/2014
Ho un maschietto ed ho sempre pensato che fosse la societa'a determinare le differenze tra questi due generi- preferisco usare il termine gender difference. Attraverso, di lui mi sto rendendo conto che alcune differenze sono proprio genetiche/innate e che in quanto genitori e' nostro ruolo educarli ad essere degli individui autonomi, ad avere empatia, ad aver critical thinking skills. Non reputo idoneo dire che si fa questo con lo scopo di leader o gregari, piuttosto degli indivui migli
Commento inviato da: monica in data: 27/03/2014
Tra i miei figli la femmina ama scegliersi gli abiti da sola e giocare alle signore. Il bambino invece è disordinato e fa la lotta. Comunque son daccordo nel doverli crescere con cervello senza farli intortare da Belen o calciatori vari!
Commento inviato da: francesca in data: 27/03/2014
l'argomento è molto interessante alla fine tocca il problema della decostruzione degli stereotipi e penso che in ciò i genitori possano fare moltissimo. Francesca Pedaci
 
 
 
 
 
 
Gli eventi per famiglie
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini