Home - Ufficio Stampa

Com'è andata oggi a scuola?

Insoddisfatta dei suoi silenzi e scocciata dall'uso eccessivo del tirabusciò per ottenere una qualche risposta da mio figlio... Ho trovato un modo per sapere quello che succede nella sua giornata: basta porgli la domanda diversa! Di Elisa Staderini
Dove
Quando
  
Ingresso
Contatti
Tel:
Fax:
 
 
Consigliato a
Alla fine della giornata scolastica quale genitore non chiede puntalmente "com'è andata oggi?"
E quanti figli rispondono in automatico con uno scheletrico "bene"?

Per noi mamme è forte il desiderio di conoscere davvero quello che è successo a scuola. Cosa passa per la testa del proprio bambino? Ed è frustrante il non riuscire a comunicare con lui in modo più completo rispetto a un banale "tutto ok".

Io, che non mi accontento facilmente, ho provato a cambiare strategia cambiando la domanda.

Da qualche tempo mentre torniamo a casa, ho iniziato a chiedergli "cosa ti è piaciuto di più oggi?". Oppure anche "qual'è la cosa che ti ha fatto più ridere?"
E, strano ma vero... mio figlio Teseo ha cominciato ad aprirsi al dialogo raccontandomi "quello che ho imparato oggi".
Si sa, otto ore di scuola sono tante e non sempre può risultare tutto piacevole. Così a volte mi parla anche "della cosa più noiosa di oggi" ma in quel caso, subito dopo, cerco di farlo tornare a focalizzarsi sulle parti che sono state belle e positive per lui.
E così siamo soddisfatti tutti e due!

Elisa Staderini
 
 
 
 
 
 
Gli eventi per famiglie
Disclaimer           Ufficio Stampa
(c) 2013 Tutti i diritti riservati - P.IVA 06038670482 - Concept, progetto grafico e gestione contenuti: Elisa Staderini